giovedì, Marzo 4, 2021

Texas e Mississippi riaprono. E basta mascherine

NEW YORK - Texas e Mississippi revocano l’obbligo di indossare le protezioni anti Covid a partire...
Home Mistero Mappa del Creatore di 120 milioni di anni

Mappa del Creatore di 120 milioni di anni

Nel 2002 gli scienziati della Bashkir State University in Russia affermano di aver trovato una prova innegabile dell’esistenza di una civiltà altamente avanzata in un lontano passato.

La loro prova è una lastra di pietra con un peso superiore a una tonnellata, (con una dimensione di circa cinque piedi di lunghezza per tre piedi e mezzo di larghezza e sei pollici di spessore) la sua età stimata, probabilmente milioni di anni.

Mi piace anomalien.com su Facebook

Per rimanere in contatto e ricevere le nostre ultime notizie

La lastra di pietra è stata trovata sotto la casa di uno dei leader della comunità nella città di Ufa, la superficie della lastra ha mostrato un’incredibile precisione della mappa 3D in rilievo della montagna degli Urali.

Pietra Dashka. Credito fotografico: bashturist.ru

Gli esperti ritengono che, data l’accuratezza e la prospettiva, la mappa sia stata creata da un punto di osservazione aereo. Lo scopritore alla fine l’ha chiamata “Mappa del Creatore”.

Alexandr Chuvyrov, professore di fisica e matematica presso la Bashkir State University, lo scopritore, ha detto che durante la sua ricerca sulle tracce dell’antica influenza cinese nella regione e aveva ascoltato le storie dei ricercatori del 20 ° secolo da varie lastre antiche.

Anche se è molto interessato, a malapena non è riuscito a trovare una sola lastra di pietra, finché un giorno un capo del comitato agricolo locale gli disse che c’era una lastra di pietra sotto casa sua.

Alexandr Chuvyrov ha chiamato la pietra Dashka in onore di sua nipote nata quel giorno.

“A prima vista, ho capito che non era un semplice pezzo di pietra”, ha detto Chuvyrov. “Ma una vera mappa, e non una semplice mappa, ma tridimensionale. Puoi vederlo da solo. “

Dopo averlo recuperato, Chuvyrov rimase scioccato perché trovò una mappa che descriveva in modo più accurato molte caratteristiche naturali esistenti, e molte non esistono più, inclusa la scoperta di un sistema di canali, dighe e bacini artificiali e le iscrizioni in una lingua sconosciuta.

La Mappa del Creatore è composta da tre livelli, il che suggerisce fortemente che non ha avuto origine in natura ma è stata creata artificialmente. Il primo strato è composto da circa 18 cm di un composto cementizio o ceramico a base di dolomite.

Il secondo strato è costituito da circa 2,5 cm di vetro diopside arricchito di silicio. Il terzo strato ha uno spessore di pochi millimetri ed è costituito da una miscela di calcio -porcellana, forse per dare una protezione aggiuntiva alla compressa o forse per creare una luce diffusa per illuminare meglio la pietra.

Foto di Alexander Chuvyro accanto alla Pietra Dashka.

“Come siamo riusciti a identificare il luogo?” disse Chuvyrov. “All’inizio non potevamo immaginare che la mappa fosse così antica. Fortunatamente, il sollievo dell’odierna Bashkiria non è cambiato così tanto in milioni di anni. Potremmo identificare l’altezza di Ufa, mentre il Canyon di Ufa è il punto principale delle nostre prove, perché abbiamo effettuato studi geologici e trovato la sua traccia dove doveva essere secondo l’antica mappa.

“Lo spostamento del canyon è avvenuto a causa di coltellate tettoniche che si sono spostate da est. Il gruppo di specialisti russi e cinesi nel campo della cartografia, fisica, matematica, geologia, chimica e lingua cinese antica è riuscito a scoprire con precisione che la lastra contiene la mappa della regione degli Urali, con i fiumi Belya, Ufimka, Sutolka.

“Puoi vedere il Canyon Ufa – la rottura della crosta terrestre, che si estende dalla città di Ufa alla città di Sterlitimak. Al momento, il fiume Urshak scorre sull’ex canyon. “

È stato scoperto per la prima volta nel luglio 1999 ed è stato sottoposto a numerosi test dallo scienziato russo. I risultati sono sorprendenti, per non dire altro. Le determinazioni dell’età sono state basate su test di datazione al radiocarbonio, tuttavia l’origine della pietra è ancora discutibile.

Le difficoltà tecniche nel creare una mappa così accurata di questa scoperta sono molto più di qualsiasi antica cultura che in precedenza credevano da scienziati ortodossi che hanno occupato la regione, o altrove, ovunque sulla Terra. Ad oggi, l’antica tecnologia utilizzata per realizzare la mappa è sconosciuta ed estremamente avanzata.

Questa mappa è ancora molto difficile da riprodurre. Alcuni ricercatori ritengono che questa lastra sia un frammento di una mappa completa della terra. Recenti scoperte indicano che la lastra è un pezzo di un artefatto più grande.

La pietra Dashka continua a essere sottoposta a test scientifici e non è disponibile per la visualizzazione pubblica.

Fonte: Atlantis Rising Magazine Vol. 35 “Antica mappa 3D trovata in Russia”

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews