storia del delitto di Maria Geusa e del processo

È una vita carica d’insoddisfazione quella di Tiziana Deserto, una vita buia all’interno della quale si apre uno spiraglio con la nascita della piccola Maria Geusa. Ha due anni e pochi mesi la piccola quando a causa di una brutale violenza sessuale perde la vita nell’ospedale di Città di Castello; ma cos’è successo davvero alla bimba e perché la mamma finisce a processo?

Per ascoltare la puntata su Tiziana nel nostro podcast dedicato alle donne che commettono un delitto, clicca Play, altrimenti scorri e continua a leggere la sua storia!

Non ti perdere anche:

Tiziana Deserto: la vita prima di Maria Geusa

Tiziana Deserto, 31 anni, casalinga di origini pugliesi incontra il marito Massimo durante un periodo di militanza politica in un partito cattolico. Fra i due scoppia la scintilla che però si spegne troppo in fretta. Tiziana intraprende ben presto delle relazioni telefoniche che culminano con una fuga da casa. Il marito riesce a convincerla a tornare e per liberarsi delle voci sull’accaduto in Paese decidono di trasferirsi a Città di Castello, dove Massimo Geusa inizia a lavorare per un apprezzato imprenditore locale, Giorgio Giorni. A questo punto il mistero s’infittisce: c’è chi sostiene che tra l’uomo e Tiziana nasca una relazione e chi sostiene che la donna gli consegni periodicamente la figlia.

Lunedì 5 aprile 2004 al pronto soccorso del grande ospedale di Città di Castello che, per la sua caratteristica posizione a cavallo tra Marche e Umbria cura centinaia di pazienti, c’è un concitato viavai di camici bianchi dovuto all’arrivo di una bimba di 2 anni e pochi mesi prossima alla morte. A portarla lì Giorgio Giorni che sostiene che Maria sia caduta mentre era sola insieme a lui al parco.

Cosa è successo a Maria Geusa?

Tiziana Deserto è accusata di concorso anomalo in omicidio, Giorgio Giorni del delitto. L’imprenditore ammette di aver ucciso Maria picchiandola e scuotendola forte, ma nega di aver abusato di lei in quella e in altre circostanze, a smentirlo una gargonierre in centro città. Tiziana era complice? Cosa è successo alla piccola Maria?

Iscriviti alla nostra newsletter

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo