venerdì, Marzo 5, 2021

Le bellezze d’Italia rivivono in viaggio con i treni d’epoca

TURISMO FERROVIARIOTornano gli appuntamenti per scoprire tesori e territori del nostro Paese in modalità lenta e sicuradi Marco MorinoLario Express Tornano gli appuntamenti per scoprire...
Home Musica Live non è la d'Urso, blackout durante la diretta

Live non è la d’Urso, blackout durante la diretta

“Blackout in studio” e stavolta non si tratta di un effetto speciale dei Live sentiment, ma della realtà vera e pura. Attorno alle 21:40, durante la diretta di Live non è la d’Urso del 6 dicembre 2020, lo studio 11 del Centro di produzione Mediaset di Cologno Monzese è rimasto al buio per diversi minuti a causa di un reale mancanza di energia elettrica. La diretta è andata avanti tranquillamente presumibilmente grazie ai sistemi d’emergenza che sono subentrati immediatamente.

L’emissione della trasmissione è rimasta attiva, dunque l’audio, le grafiche e i collegamenti sono rimasti accesi. L’unico ‘danno’ è stato legato alle luci totalmente spente. Barbara d’Urso (davanti a Mario Giordano e Bruno Vespa, ospiti in studio) ha subito preso la palla al balzo gestendo l’imprevisto onestamente come meglio non poteva. Di rientro da un servizio-inchiesta sugli ‘sciacalli del covid’, la conduttrice ha mostrato lo studio così come lo vedeva lei: “Il servizio è stato talmente forte che qui a Milano c’è stato un blackout” e – come capita spesso – diventa pure regista del programma scegliendo le inquadrature migliori per render meglio a casa la situazione: “Sennò siamo pazzi”.

Massimo Fusi (regista di Live non è la d’Urso, ndr) per non restare con le mani in mano e non mostrare eternamente uno schermo quasi del tutto nero, lascia in bella vista il collegamento con il professor Massimo Galli, direttore del Reparto malattie infettive dell’Ospedale Sacco di Milano. La d’Urso riprende la sindrome del regista e torna a chiedere di inquadrare lo studio: “Fai un’altra inquadratura dello studio Fusi?“. E per non farsi mancare nulla, chiaramente chiede informazioni in presa diretta su quello che sta accadendo in regia e fuori, il regista apre l’interfono con lo studio: “C’è un blackout corrente anche all’esterno, siamo coinvolti anche noi“.

Pochi secondi dopo la luce torna ad illuminare lo studio e per festeggiare uno scrosciante effetto d’applauso finto festeggia il lieto fine. Sui social (manco a dirlo) sono partite le ironie sulle cause del blackout, primo pensiero fra tutti: l’abuso delle luci per l’inquadratura giusta.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews