lunedì, Marzo 1, 2021
Home Notizie Ristori quater, Cgia: "Coperto solo il 25% delle perdite". Confcommercio: persi 10...

Ristori quater, Cgia: “Coperto solo il 25% delle perdite”. Confcommercio: persi 10 milioni di turisti. Ecco il nuovo calendario del Fisco

MILANO – Un nuovo calendario fiscale dettato per decreto per evitare di sovraccaricare le imprese con gli appuntamenti con l’Erario, ma d’altra parte un tessuto produttivo che lamenta l’insufficienza degli aiuti. La Cgia dice che i ristori sono insufficienti e 350 mila imprese rischiano di chiudere, Confcommercio valuta in oltre 10 milioni le perdite turistiche di Natale con le aziende del settore che patiscono questo vuoto: almeno 8,5 miliardi di spese non verranno effettuate.

TABELLA. Dl Ristori Quater, il nuovo calendario delle scadenze fiscali
 

La richiesta di nuovi interventi delle piccole imprese

Il decreto Ristori quater ha determinato importanti variazioni delle scadenze, che qui riassumiamo in una tabella della Fondazione studi dei Consulenti del lavoro. Non si fermano, intanto, le richieste delle categorie di ricevere aiuti più consistenti. Nei giorni scorsi la Fipe, la Confcommercio dei pubblici esercizi, aveva lanciato il suo grido d’allarme: “Stare chiusi a Natale costa altri 7 miliardi di euro al settore – che si aggiungono ai 27 miliardi già persi sui 95 di fatturato annuo”, ha detto il direttore generale Roberto Calugi insistendo: “Il governo deve mettere mano al portafoglio: i ristori erogati sono purtroppo inadeguati e insufficienti a compensare danni così ingenti. E’ urgente intervenire rafforzandoli”.

L’esecutivo ha in programma per il 2021 un nuovo intervento perequativo, che serva appunto a ricalibrare meglio gli aiuti che sono stati erogati con rapidità nei primi mesi della pandemia. Quello che chiede anche la Cgia di Mestre, che oggi denuncia che i contributi a fondo perduto concessi agli artigiani, ai piccoli commercianti, ai ristoratori e agli esercenti colpiti dal Covid hanno coperto mediamente il 25 per cento circa delle perdite di fatturato subite quest’anno. Risorse che per il coordinatore Paolo Zabeo sono insufficienti: “A seguito delle difficoltà di questi mesi, non è pertanto da escludere che almeno 350 mila piccole e micro aziende di questi settori chiuderanno definitivamente la saracinesca entro la fine di questo mese, lasciando senza lavoro almeno 1 milione di addetti”.

A questi conti si aggiungono quelli di Confturismo-Confcommercio, che sulla base di dati raccolti da Swg lancia l’allarme: con il blocco dei trasferimenti tra regioni e le feste passate nei comuni di residenza, mancheranno alle sole strutture turistico-ricettive altri 10,3 milioni di turisti – 3,9 stranieri e 6,4 Italiani – che avrebbero speso non meno di 8,5 miliardi. La propensione a viaggiare, spiega l’indagine, è ridotta al minimo storico e progetti di vacanza rinviati praticamente a estate 2021: il valore dell’indicatore – sempre misurato su scala 0-100 – scende di altri 5 punti rispetto a ottobre e si attesta a 39, il peggior risultato di sempre, ben 31 punti in meno rispetto a novembre 2019.

Rottamazione, saldo e stralcio e rateizzazione dei debiti col Fisco: le novità del Ristori-quater

di Sara Bennewitz

04 Dicembre 2020

Ristori, il nuovo calendario del Fisco: ecco tutte le scadenze

Come ricorda la Fondazione studi dei Consulenti del lavoro, il quarto decreto Ristori (entrato formalmente in vigore dal 30 novembre e ora in Parlmento) riscrive il calendario fiscale dei contribuenti. Si va dai nuovi termini degli acconti delle imposte sui redditi scaduti il 30 novembre al rinvio delle scadenze di dicembre 2020, fino al nuovo spostamento del termine di pagamento delle rottamazioni delle cartelle. Attenzione però; il rinvio non è generalizzato ma spesso condizionato alla perdita di fatturato oppure alla collocazione in zone rosse o arancioni.

Ecco le principali novità.
 

Versamento Acconti
Per imprese e professionisti il versamento della rata d’acconto IRPEF, IRES, IRAP in scadenza il 30 novembre 2020 è prorogato al 10 dicembre 2020.
La proroga è più ampia ed arriva al 30 aprile 2021 per i seguenti soggetti:

  • imprese e professionisti che hanno subito una diminuzione di fatturato o dei corrispettivi nel 1° semestre 2020 rispetto al 1° semestre 2019 di almeno il 33%;
  • imprese e professionisti che operano nei settori individuati negli allegati 1 e 2 del d.l. n. 149/2020 cd. Decreto Ristori bis, operanti in zone rosse;
  • imprese della ristorazione (compresi bar, gelaterie, pasticcerie) operanti in zone arancioni o rosse.

 

Versamenti di dicembre 2020
I versamenti di imprese e professionisti relativi a IVA, ritenute fiscali dei dipendenti e assimilati, contributi previdenziali e assistenziali, in scadenza nel mese di dicembre 2020 sono differiti al 16 marzo 2021 a condizione che:

  • abbiano conseguito ricavi o compensi non superiori a 50 milioni di euro nel 2019;
  • abbiano subito una diminuzione di fatturato o dei corrispettivi nel mese di novembre 2020 rispetto al mese di novembre 2019 di almeno il 33%.

La sospensione opera a prescindere dalle suddette condizioni per le seguenti imprese e professionisti:

  • per coloro che hanno avviato l’attività dopo il 30 novembre 2019;
  • soggetti che esercitano attività sospese ai sensi del DPCM 3 novembre 2020;
  • imprese della ristorazione (compresi bar, gelaterie, pasticcerie) operanti in zone arancioni o rosse.

 

Dl Ristori Quater, il nuovo calendario delle scadenze fiscali

Adempimento Soggetti interessati Scadenza originaria Nuova scadenza Seconda o unica rata acconto imposte sui redditi e IRAP Soggetti esercenti attività d’impresa, arte o professione, che hanno il domicilio fiscale, la sede legale o la sede operativa nel territorio dello Stato. 30/11/2020 10/12/2020 Seconda o unica rata acconto imposte sui redditi e IRAP Soggetti che esercitano attività economiche per le quali sono stati approvati gli ISA e che dichiarano ricavi o compensi di ammontare non superiore ai limiti stabiliti per ciascun indice e che hanno subito una diminuzione del fatturato o dei corrispettivi di almeno il 33% nel primo semestre dell’anno 2020 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. 30/11/2020 30/04/2021 Seconda o unica rata acconto imposte sui redditi e IRAP Soggetti che esercitano attività economiche per le quali sono stati approvati gli ISA, individuati dall’articolo 98, comma 1, del decreto-legge 14 agosto 2020, n. 104, operanti nei settori economici individuati nell’Allegato 1 al decreto-legge 28 ottobre 2020, n. 137, sostituito dall’articolo 1, comma 1 del D.L. 149/2020 e
nell’Allegato 2, aventi domicilio fiscale o sede operativa nelle zone rosse ovvero esercenti l’attività di gestione di ristoranti in zone arancioni.
30/11/2020 30/04/2021 Seconda o unica rata acconto imposte sui redditi e IRAP Soggetti esercenti attività d’impresa, arte o professione, con ricavi o compensi non superiori a 50 milioni di euro nel 2019 e che hanno subito una diminuzione del fatturato o dei corrispettivi di almeno il 33% nel primo semestre dell’anno 2020 rispetto all’anno 2019. 30/11/2020 30/04/2021 Seconda o unica rata acconto imposte sui redditi e IRAP Soggetti esercenti attività d’impresa, arte o professione che operano nei settori economici individuati negli allegati 1 e 2 al decreto-legge 9 novembre 2020, n. 149, aventi domicilio fiscale o sede operativa in zone rosse ovvero esercenti servizi di ristorazione nelle aree arancioni a prescindere dai requisiti relativi ai ricavi o compensi e alla diminuzione del fatturato o dei corrispettivi di almeno il 33% nel primo semestre dell’anno 2020 rispetto all’anno 2019. 30/11/2020 30/04/2021 Sospensione dei versamenti in scadenza nel mese di dicembre 2020:
a) ritenute alla fonte, di cui agli articoli 23 e 24 del DPR n. 600/1973 e delle trattenute relative all’addizionale regionale e comunale.
b) IVA;
c) contributi previdenziali e assistenziali.
1. Soggetti, esercenti attività d’impresa, arte o professione, con ricavi o compensi non superiori a 50 milioni di euro nel 2019 e che hanno subito una diminuzione del fatturato o dei corrispettivi di almeno il 33% nel mese di novembre dell’anno 2020 rispetto all’anno 2019.
Vi rientrano anche i soggetti esercenti attività d’impresa, arte o professione che hanno intrapreso l’attività in data successiva al 30 novembre 2019.
 
2. Soggetti che esercitano le attività economiche sospese ai sensi dell’articolo 1 del DPCM del 3 novembre 2020, aventi domicilio fiscale, sede legale o sede operativa in qualsiasi area del territorio nazionale, soggetti che esercitano le attività dei servizi di ristorazione che hanno domicilio fiscale, sede legale o sede operativa nelle aree arancioni nonché ai soggetti che operano nei settori economici individuati nell’allegato 2 al D.L. 149/2020 ovvero esercitano l’attività alberghiera, l’attività di agenzia di viaggio o di tour operator, e che hanno domicilio fiscale, sede legale o sede operativa nelle aree rosse.
16/12/2020 per ritenute alla fonte, IVA mensile e contributi (comprese le rateazioni relative ai mesi precedenti)
 
28/12/2020 per acconto IVA
16/03/2021 in unica soluzione oppure mediante rateizzazionefino a un massimo di quattro rate mensili di pari importo, con il versamento
della prima rata entro il 16 marzo 2021.
Proroga del termine per la presentazione della dichiarazione dei redditi e Irap Tutti 30/11/2020 10/12/2020 Rottamazione ter e saldo e stralcio cartelle e avvisi di pagamento Tutti 10/12/2020 01/03/2021

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo

YouGoNews