Un manufatto creato dall’uomo di 60 milioni di anni?

Wolfsegg IronNell’anno 1885, un operaio di nome Reidl, che lavorava in una fonderia a Schöndorf / Vöcklabruck (Austria), fondata da Isidor Braun (1801-1866), aprì un blocco di lignite che era stato estratto a Wolfsegg. Ha trovato un insolito cubo di metallo / oggetto simile a un parallelepipedo incastonato nel blocco.

Perché è interessante? Ci sono molte cose intorno a questo oggetto che gli hanno conferito una misteriosa “aura”. Prima di tutto l’origine di questo strano artefatto è un mistero .

Mi piace anomalien.com su Facebook

Per rimanere in contatto e ricevere le nostre ultime notizie

Secondo molti che lo hanno visto e analizzato, è un artefatto che prova indiscutibilmente l’esistenza di antiche civiltà in epoca preistorica i cui sviluppi tecnologici hanno superato la razza umana moderna.

Il giacimento di carbone terziario in cui era stato incorporato è generalmente datato a circa 60 milioni di anni fa.

L’operaio Reidl ei suoi colleghi devono aver trovato l’oggetto di metallo insolito e significativo perché lo hanno portato dal loro capo. Il figlio di Isidor Braun, il fondatore della miniera, portò il manufatto all’Heimathaus (Museo) a Vöcklabruck.

Nel 1886, l’ingegnere minerario Adolf Gurlt (professore di geologia all’Università di Bonn) suggerì che fosse di origine meteoritica.

Un calco è conservato nell’Oberosterreichisches Landesmuseum di Linz, dove l’oggetto originale è stato esposto dal 1950 al 1958.

Nel 1966-67, l’oggetto fu analizzato dal Vienna Naturhistorisches Museum, utilizzando la microanalisi a fascio di elettroni, che non trovò tracce di nichel, cromo o cobalto nel ferro, suggerendo che non fosse di origine meteorica, mentre la mancanza di zolfo mostra che non è pirite.

A causa del suo basso contenuto di magnesio, il Dr. Gero Kurat (nato nel 1938) del Museo e il Dr. Rudolf Grill (1910-1987) della Geologische Bundesanstalt di Vienna hanno pensato che potesse essere ghisa. Un’ulteriore indagine di Hubert Mattlianer, nel 1973, concluse che era stata fusa con la tecnica della cire perdue (cera persa).

Alcuni dicono che i bordi erano affilati e diritti, e non c’erano dubbi che si trattasse di uno strumento fatto a macchina che sembrava parte di uno strumento molto più grande. Era fatto di ferro, carbonio e una traccia di nichel. Il cubo misurava 2 1/2 ″ per 1 4/5 ″, pesava 28 once e aveva un’incisione che lo circondava orizzontalmente.

Ecco un’altra descrizione:

“L’oggetto era quasi un cubo, con due delle sue facce opposte leggermente arrotondate. Misurava 67 mm per 47 mm, essendo quest’ultima misura presa tra le due facce arrotondate. Pesava 785 grammi. Un’incisione molto profonda lo circondava. La sua età di composizione di acciaio duro con nichel e carbonio. Non conteneva zolfo, quindi non era pirite. “

Si diceva che il cubo avesse un peso specifico di 7,75.

Gli ufologi affermano che questo oggetto non è emerso nello spazio, come si pensava comunemente, propongono che questo artefatto sia la prova che milioni di anni fa esistevano civiltà sulla terra che avevano tecnologie sofisticate, e indicano molti altri oggetti scoperti in tutto il mondo , suggerendo che esiste uno schema tra tutti loro.

È spesso affermato come un dato di fatto nella letteratura paranormale che il ferro di Wolfsegg è scomparso senza lasciare traccia nel 1910 dal Museo di Salisburgo. Infatti, come accennato in precedenza, è al Museo Heimathaus di Vöcklabruck, in Austria, che è dove è stata scattata la foto sopra.

La vera origine e il significato di wolfsegg Iron servirà come oggetto di dibattito tra ricercatori e ufologi. L’oggetto rimarrà senza dubbio un artefatto molto curioso e misterioso, qualunque siano le diverse opinioni e opinioni.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo