Mascherine obbligatorie a scuola, anche alle elementari

La mascherina a scuola è diventata obbligatoria, tutti i bambini dai sei anni in su devono indossarla per legge. E lo stesso devono fare tutti gli insegnanti. Il nuovo Dpcm entrato in vigore ieri, continua a sostenere l’apertura delle scuole per dare ai bambini la possibilità di frequentare, seppur con parecchi disaggi.

Mascherine obbligatorie a scuola

Le scuole materne, elementari e medie saranno in presenza in tutta Italia, con obbligo della mascherina. Cambiano un po’ le disposizioni solo nelle zone rosse e arancioni, dove la didattica in presenza è riservata ai ragazzi più piccoli.

Nelle zone rosse – Lombardia, Piemonte, Calabria e Valle d’Aosta – le lezioni restano in presenza solo fino alla prima media. Dalla seconda media in poi si passa alla Dad, ovvero la didattica a distanza. Un compromesso per aiutare le famiglie, ma soprattutto per offrire ai più piccoli la possibilità di un’istruzione equa e uguale per tutti.

Mascherine obbligatorie a scuola

La scuola in presenza è stata garantita agli alunni con disabilità per permettere a tutti l’inclusione scolastica. A marzo le scuole hanno chiuso e se molti alunni hanno proseguito con la didattica a distanza, per tanti la scuola si è fermata. Chi soffre di disabilità, a volte, ha patologie non compatibili con la Dad, la stessa cosa accade a chi non ha i mezzi per poter seguire tutto su internet.

Il Governo ce la sta mettendo tutta per garantire un’istruzione equa a tutti gli studenti. Tutti devono però collaborare: indossare la mascherina, rispettare le regole e fare la loro parte.

Il virus corre veloce in tutta Italia e i rischi sono alti, l’unica cosa che possiamo fare noi è rispettare le regole e fare attenzione.

Il premier, Giuseppe Conte, ha dichiarato:

“La scuola deve essere un presidio, quindi tra quelle misure il fatto di mandare in Dad degli studenti è un fatto che pesa molto al governo e appena la curva rientrerà sotto controllo una delle prime misure sarà restituire la didattica in presenza a quanti più alunni possibile”.

Foto di Alexandra_Koch e Alexandra_Koch da Pixabay

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo