Un tesoro dei pirati e l’isola di Haute

Situata nella baia di Fundy, la Nuova Scozia si trova sull’isola di Haute. Come molte isole intorno alla Nuova Scozia, anche questa ha storie sul tesoro dei pirati. Si diceva che il Capitano Kidd avesse usato l’isola per nascondere parte del suo bottino, ma la storia più famosa è quella del famigerato Capitano Edward “Ned” Low.

Il capitano Ned è stato uno dei pirati più brutali della storia. Durante la sua breve carriera aveva catturato almeno un centinaio di navi e ne aveva bruciate la maggior parte. Sebbene sia stato attivo solo per tre anni, Low rimane noto come uno dei pirati più crudeli del suo tempo, con la reputazione di torturare violentemente le sue vittime prima di ucciderle.

Mi piace anomalien.com su Facebook

Per rimanere in contatto e ricevere le nostre ultime notizie

Una delle sue tecniche brutali prevedeva di legare le mani di una vittima con una corda tra le dita e di darle fuoco, bruciandone la carne fino alle ossa. Sir Arthur Conan Doyle ha descritto Low come “selvaggio e disperato” e un uomo di “brutalità sorprendente e grottesca”.

Molte vittime sopravvissute ai suoi attacchi pirata descrissero Low come uno psicopatico a cui piaceva infliggere dolore agli altri: spesso incatenato, mutilato, bruciato e persino costretto alcuni prigionieri a mangiare il cuore del loro capitano.

Isle Haute

Superando i suoi inseguitori, a seguito di un raid sulla costa del New England, il pirata Ned e il suo equipaggio arrivarono nel Canale di Minas nel 1722. Presumibilmente, Ned non solo seppellì il suo bottino sull’Isola Haute, ma sacrificò anche uno del suo equipaggio, il cui fantasma avrebbe sorvegliato il tesoro fino al ritorno di Ned.

Ned non è mai tornato indietro, tuttavia, mentre si trovava nel Mar dei Caraibi poiché è stato sequestrato dal suo equipaggio, portato alla deriva e successivamente salvato e portato in Martinica, dove è stato riconosciuto, imprigionato e giustiziato.

Sono stati fatti molti sforzi per trovare il tesoro. Nel 1929, Douglas Carmichael, nativo di Vancouver, BC e noto cacciatore di tesori, riferì di aver trovato gioielli e monete durante la sua seconda spedizione sull’Isola Haute, ma non ci furono mai prove a sostegno della sua affermazione.

È stato anche riferito che altri cacciatori di tesori avevano trovato fino a $ 20.000 in oro.

L’isola di Haute ha ricevuto l’attenzione di tutto il mondo quando Edward Rowe Snow, nativo del Massachusetts, famoso autore ed esperto di pirati coloniali, è venuto alla ricerca del tesoro.

Snow aveva ottenuto una mappa del tesoro, secondo quanto riferito, realizzata dal capitano Edward “Ned” Low, che mostrava l’ubicazione del tesoro sepolto, e aveva preso accordi per rimanere come ospite del guardiano del faro, John Fullerton, e arrivò sull’isola Haute nel giugno del 1952 .

La mappa mostra il tesoro di Low a “The Place” e sopra il nome di Low, il bottino della nave “Victoria” come 23.758 pezzi da otto e 1.355 pezzi d’oro.

Snow era entusiasta ed entusiasta di avviare il suo progetto e di mettere in funzione il potente metal detector “M-Scope”. La mattina successiva, Fullerton e suo figlio di 15 anni, Donald, condussero Edward lungo un pendio fino alla spiaggia. Con doveri più urgenti da sbrigare, il simpatico guardiano del faro disse loro che lui e sua moglie sarebbero tornati entro poche ore per aiutare a portare a termine il tesoro.

Aiutando Snow a scavare, Donald in seguito partì per la sua cena, e fu allora che il piccone di Snow scoprì ossa umane. Solo al buio, era innervosito dal teschio umano che gli era rotolato sui piedi ed era rapidamente tornato al faro.

Tornato al sito la mattina seguente, Edward era solo quando scoprì preziose monete d’argento e d’oro sotto i resti dello scheletro, alcune delle quali risalenti al 1710.

Ancora oggi, la gente si reca sull’isola alla ricerca dell’oro del capitano Edward “Ned” Lows. È stato anche detto che nelle giornate di sole, se guardi nelle profondità senza fondo dello stagno salmastro, potresti essere abbastanza fortunato da vedere l’immagine di una goletta a tre alberi.

Fonte: Caretakers Paranormal

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo