L’apparizione della bara

Il sabato sera del 31 ottobre 1981 alle 22:00, una studentessa d’arte di 19 anni di nome Louise entrò nel pub di Cambridge, situato a pochi passi da Abercromby Square.

L’adolescente ha comprato patatine al formaggio e cipolla e mezza birra chiara, poi si è seduta da sola mentre le tempeste autunnali inondavano di pioggia le finestre dei pub. Era Halloween e l’inquietante intro del successo devastato dallo Special, Ghost Town, proveniva dal jukebox. Louise si sentiva così sola, coccolata nell’angolo del pub.

Mi piace anomalien.com su Facebook

Per rimanere in contatto e ricevere le nostre ultime notizie

Aveva appena litigato con Vicky, la sua amica all’università, quindi quando una vecchia fiamma arrivò al Cambridge, Louise fu così felice di vederlo. Paul Dickson aveva 21 anni e ora lavorava come apprendista macellaio nel distretto di St John.

Era stato a fare un giro dei pub con il suo docile amico Simon, ed entrambi erano stati sostenuti da due ragazze che avevano promesso di incontrarli a Chaucers in Hardman Street. “È la loro perdita: sono loro i perdenti”, rassicurò Paul al suo amico dall’aria mite, che continuava a parlare di alzarsi in piedi.

E poi Paul notò Louise, ed era contento di vederla quanto lei lo era di vederlo. Si sedette al tavolo della ragazza con Simon ei due ex amanti chiacchierarono dei vecchi tempi e si informarono su quello che stava succedendo nella vita dell’altro. Un altro amico di Paul entrò per caso nel pub, e anche lui si sedette a tavola con la sua ragazza.

I cinque giovani hanno chiacchierato di tutto e, visto che forse era Halloween, l’argomento è passato al paranormale. A questo punto della conversazione, un giovane ragazzo di colore di circa diciotto anni, conosciuto solo con il soprannome di Montserrat, la sua città natale nei Caraibi, si è unito alla conversazione da un tavolo vicino. Era una fonte di storie strane.

Montserrat ha raccontato la tragica storia di Candi Sue Wiser, una ragazza di 15 anni che aveva conosciuto quando viveva negli Stati Uniti. Nel 1977, Candi Sue divenne molto depressa dopo che il suo ragazzo l’aveva lasciata, e la notte di Halloween scrisse pigramente il suo nome in tredici tessere di Scrabble e chiese agli spiriti di aiutarla.

Mentre Montserrat e la ragazza guardavano, qualcosa rimescolò le tredici tessere finché non fu pronunciata la risposta agghiacciante: “Risposta suicida”. Candi Sue in seguito si è impiccata – secondo Montserrat, ma Paul non gli credeva.

La cameriera che era venuta ad annunciare gli ultimi ordini convenne che alcuni anagrammi sembravano malvagi. “Si ottiene una frase strana se si riorganizzano le lettere nella parola” disperazione “” disse la cameriera al gruppo “e quella frase è” una corda finisce “.”

“C’è questa bara in una vecchia casa vuota proprio”, disse Montserrat, “e se la guardi ad Halloween, vedi il corpo della prossima persona che morirà quest’anno, onestamente.”
Paul ne aveva abbastanza delle assurde affermazioni del ragazzo, e batté la mano sul tavolo e disse: ‘Giusto, scommetto che sei un bugiardo! Fammi vedere questa bara. Avanti, fammelo vedere, adesso. ‘

Montserrat accettò la scommessa e condusse Paul, Louise, Simon e la coppia fuori dal pub e dentro Toxteth, finché non raggiunsero una strada isolata e scarsamente illuminata. C’era una casa abbandonata alla quale si poteva accedere solo tramite un tombino alla cantina.

I giovani strisciarono nel buco. In effetti, c’era una bara vuota nella soffitta muschiata, appoggiata al muro. Il gruppo si sedette, come diretto da Montserrat, e Paul arrotolò vecchi giornali in una torcia improvvisata e l’accese. Tre volte, Montserrat ha detto: “Spirits of Halloween, mostraci chi sarà il prossimo a morire”.

La luna scivolava da dietro una nuvola di pioggia e filtrava la sua debole luce azzurra attraverso la finestra della soffitta.

Sei paia di occhi sono stati puntati sulla bara illuminata dalla luna e per alcuni minuti non è successo nulla. La torcia del giornale si spense e il fumo serpeggiante che ne proveniva si diresse verso la bara e iniziò a girare in modo impossibile fino a formare l’immagine di una ragazza. Tutti rimasero a bocca aperta.

La figura gassosa nella bara fu subito riconoscibile da Louise come la sua migliore amica Vicky, e lanciò un urlo. Louise corse fuori dalla soffitta e nel buio pesto scese le scale marce.

Ha cercato di uscire dal tombino della cantina ma Paul ha dovuto aiutarla ad alzarsi. Quella notte, Louise andò a trovare Vicky e le raccontò dell’apparizione della bara, ma Vicky le chiuse la porta in faccia dopo aver accusato Louise di inventare la storia in modo da poter tornare con lei. Una settimana dopo, Vicky morì in un incidente d’auto.

Autore: Tom Slemen, uno scrittore di Liverpool, noto soprattutto come l’autore della serie di libri di successo Haunted Liverpool che documentano incidenti paranormali e crimini insoliti o irrisolti. Controlla i suoi libri su Amazon qui.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo