giovedì, Febbraio 25, 2021

Diffide, appelli e veleni, il Cnr resta senza presidente

ROMA - La ministra Cristina Messa la prima questione sul tavolo, grande come 108 istituti allocati...
Home Scienza Nuoto, jogging, palestra e tennis senza farsi male

Nuoto, jogging, palestra e tennis senza farsi male

Nuoto

Generalmente definito uno sport “completo”, permette di allenare in modo fluido e simmetrico un numero altissimo di muscoli dell’organismo. Viene spesso consigliato per i pazienti che soffrono di problemi di schiena perché rinforza la muscolatura che sorregge la colonna vertebrale.
Gli stili più indicati sono il dorso o lo stile libero, mentre la rana può causare qualche disturbo alle ginocchia per via delle torsioni e flessioni a cui è sottoposta la gamba. È una attività di tipo aerobico e quindi ha numerosi effetti benefici sul sistema cardio-polmonare. Oltre all’aspetto sportivo, gli allenamenti in piscina sono spesso impiegati per la riabilitazione in seguito a traumi e interventi perché permettono l’esecuzione attiva dei movimenti ma con uno scarico del peso dovuto alla spinta dell’acqua. Questo consente il recupero del tono muscolare senza sovraccarichi e compiendo gesti sempre controllati e fluidi, fondamentali nelle prime fasi della ripresa.

 

Jogging

Ha effetti benefici sull’apparato cardio-circolatorio e polmonare essendo un’attività aerobica. Alcuni, anche se non appassionati di questa disciplina, decidono di iniziare ad andare a correre per perdere peso. In questi casi è meglio preferire la camminata veloce alla corsa. Il consumo calorico per chilometro percorso è lo stesso, ma si evitano una serie di disturbi legati ai contraccolpi ripetuti della corsa che prevede inevitabilmente una fase di stacco completo del corpo dal terreno con conseguente atterraggio.
Inoltre meglio iniziare progressivamente con brevi distanze, anche per non fornire stress eccessivi al sistema cardio-circolatorio.
Infine, non va dimenticato che riscaldamento e stretching, prima e dopo l’attività fisica, evitano gli infortuni muscolari.

 

Palestra

È una delle attività fisiche più praticate e apprezzate nel mondo occidentale. È fondamentale iniziare sempre con pesi ed esercizi dal carico graduale e affidarsi all’aiuto di un personal trainer che imposti le “schede” con gli esercizi da fare e che segua l’esecuzione degli esercizi. L’esperienza del personal trainer è fondamentale soprattutto all’inizio perché deve insegnare a eseguire gli esercizi con il movimento giusto al fine di prevenire infortuni e sovraccarichi alle articolazioni, spesso dovuti a esecuzioni scorrette. Tra gli esercizi alle macchine e quelli a corpo libero meglio i secondi poiché permettono di apprendere l’utilizzo di tutta una serie di gruppi muscolari ausiliari che aiutano il muscolo principalmente coinvolto nell’esercizio. Come per tutte le altre discipline, è fondamentale un buon riscaldamento muscolare per aumentare l’apporto sanguigno al muscolo e prevenire strappi. Un altro consiglio importante è quello di evitare la pesistica in caso di cardiopatie, poiché affatica il cuore, con conseguenze potenzialmente molto dannose.

 

Tennis

Questo sport è spesso accusato di essere un’attività fisica asimmetrica che causa importanti sovraccarichi a schiena, ginocchia e all’arto superiore più utilizzato (il sinistro o il destro). Ecco perché per praticarlo è importante avere una buona preparazione fisica di base. Per le spalle è importante fare esercizi (per esempio con bande elastiche) di rinforzo dei muscoli della cuffia dei rotatori, struttura formata da 4 muscoli stabilizzatori dell’articolazione, fortemente stressati quando si colpisce la pallina. Utile poi lo stretching dell’articolazione e dell’avambraccio al fine di prevenire fastidiose tendiniti che possono diventare croniche. Infine, qualora insorgessero disturbi agli arti inferiori, il consiglio è di giocare su superfici morbide come la terra rossa o l’erba sintetica, poiché l’impatto col suolo dovuto ai continui scatti e rallentamenti risulta ammortizzato meglio.

 

Risposte a cura di Claudio Manzini, primario del Reparto di Ortopedia e Traumatologia I degli Istituti Clinici Zucchi di Monza.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo