Sciopero scuola del 24 e 25 settembre 2020

I sindacati di base hanno indetto uno sciopero della scuola il 24 e il 25 settembre 2020.

Sciopero scuola

Inizio a singhiozzo per l’anno scolastico 2020-2021, anche a causa di uno sciopero della scuola indetto dai sindacati di base per il 24 e il 25 settembre. Molte Regioni hanno deciso di far suonare le campanelle d’inizio il 14 settembre, nonostante lo stop per le elezioni del 20 e 21 settembre (alcuni comuni sono riusciti comunque a trovare sedi di voto alternative). Mentre altre Regioni avevano scelto come data di inizio il 24 settembre, subito dopo la tornata elettorale e referendaria. Ma uno sciopero del personale scolastico potrebbe bloccare di nuovo tutto.

Unicobas, Cobas Scuola Sardegna e USB e la CUB per il venerdì 25 hanno indetto uno sciopero del personale scolastico. Martedì 15 Unicobas con un’assemblea sindacale online, a cui hanno partecipato non meno di 6mila contatti con 35mila persone raggiunte, ha svelato i motivi dello sciopero e le rivendicazioni dei sindacati:

  • massimo 15 alunni per classe
  • assunzione di 240mila insegnanti
  • stabilizzazione di 150mila precari con tre anni di servizio tramite concorso accessibile a tutti
  • aumento dell’organico nelle Scuole dell’infanzia
  • stabilizzazione diretta degli specializzati di sostegno
  • percorsi di specializzazione per chi ha esperienza pregressa nel sostegno
  • assunzione di almeno 50mila collaboratori scolastici
  • incremento di 20mila tra assistenti amministrativi e assistenti tecnici
  • aumento di tutto il personale necessario per sopperire alle migliaia di soggetti fragili da tutelare quest’anno

Le risorse si possono trovare, come sottolineano i sindacati:

Sui 209 miliardi del Recovery Fund (82 dei quali a fondo perduto), almeno 7 vanno investiti per le assunzioni, 7 per il contratto ultra-scaduto, più i 13 necessari ad un piano pluriennale serio per porre in sicurezza l’edilizia scolastica.

Oltre allo sciopero, per sabato 26 settembre è stata indetta una manifestazione nazionale del Comitato “Priorità alla scuola”, che gode del sostegno anche dei sindacati rappresentativi del comparto scuola.

Foto di tlparadis da Pixabay

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo