Johnny Lo Zingaro catturato dalla polizia nella provincia di Sassari

È stato catturato dalla polizia Giuseppe Mastini, noto come “Johnny lo Zingaro”, 60 anni, evaso dieci giorni fa dal carcere di massima sicurezza di Sassari. È stato preso alle 8,15 dalla polizia in Sardegna, all’interno di un casolare nella provincia di Sassari tra Terrata sud e Zuari. Non era tornato in prigione dopo un permesso premio. Ai poliziotti che l’hanno fermato avrebbe detto: “Si fugge sempre per amore”. Al momento della cattura era però da solo. Gli agenti hanno controllato decine di abitazioni e hanno scoperto che Mastini si nascondeva in uno stabile, poco più di un ovile, adiacente all’officina di un fabbro, che è stato arrestato.

+++ è stato rintracciato e arrestato in Sardegna dai poliziotti dello #Sco, della #SquadraMobile di Sassari e dalla #PoliziaPenitenziaria Giuseppe Mastini noto come #johnnylozingaro evaso dal carcere di Sassari qualche giorno fa#15settembre#essercisempre pic.twitter.com/XsY7WHI6e0

— Polizia di Stato (@poliziadistato) September 15, 2020

Sette evasioni, due omicidi, un rapimento, 25 rapine e un grande amore: la storia criminale dell’ergastolano Giuseppe Mastini, inizia a Roma negli anni ’70.

Cronaca

Rapine, evasioni e due omicidi: la storia di Johnny lo Zingaro fino alla beffa dell’ultima fuga
di FLAMINIA SAVELLI

Nato nel 1960 a Ponte San Pietro, Bergamo, si trasferisce a dieci anni a Roma con la sua famiglia e una carovana di famiglie sinti della Lombardia. La  roulotte è parcheggiata in via Riccardo Balsamo Crivelli, al Tiburtino dove in pochi mesi Mastini diventa per i criminali del quartiere “Johnny lo zingaro” per via delle sue origini sinti. Lavora nel parco giochi di famiglia ma la sua vera passione sono le auto: è un talento a guidarle e a rubarle. Così si fa un nome tra i piccoli delinquenti e inizia la sua carriera criminale.

Cronaca

L’ennesima fuga di Johnny lo Zingaro, il rapinatore che seminò panico e morti nella Roma degli anni ’70
di FLAMINIA SAVELLI

Nel 1971 partecipa a una rapina insieme a una banda del Tiburtino, scoperto dalla polizia preme il grilletto per la prima volta, spara poi scappa e si salva. Il 31 dicembre del 1975 uccide – per un orologio di poco valore e diecimila lire – un operaio di 38 anni impiegato Atac, Vittorio Bigi, insieme all’amico Mauro Giorgio, anche lui quindicenne. La scia del suo terrore continua e, tra i tanti casi in cui è stato coinvolto, c’è anche quello dell’uccisione di Pier Paolo Pasolini.

La sua prima evasione risale al 1987 quando, approfittando di una licenza premio, non rientrò in carcere e si rese protagonista di numerosi fatti criminali: furti, rapine, ma anche il sequestro di una ragazza Silvia Leonardi, l’omicidio della  guardia giurata, Michele Giraldi, e il ferimento di un brigadiere dei carabinieri, Bruno Nolfi. Fu catturato due anni dopo.

video /photo/2017/07/25/396171/396171-thumb-full-zinga640.jpg” height=”314″ width=”558″/>

in riproduzione….

Poi le continue fughe, anche dettate e scandite dagli incontri con la sua compagna di sempre, e anche quest’ultima fuga durata pochi dieci giorni ha come filo conduttore l’incontro con la sua donna.

Non è chiaro se il casolare dove è stato catturato in una strada vicinale tra Sassari e Sorso, sia stato prestato da qualche amico o se sia stato preso in affitto mentre la sua compagna potrebbe aver lasciato la Sardegna. Johnny Lo Zingaro – si apprende da fonti del Dap – tornerà nel carcere Bancali a Sassari, l’altro uomo arrestato stamani, invece, andrà ai domiciliari. Mastini avrebbe anche detto ai poliziotti della penitenziaria di aver sbagliato e avrebbe detto che questa sarà la sua ultima fuga.

“L’evaso Giuseppe Mastini, conosciuto come Johnny Lo Zingaro, è stato rintracciato e catturato grazie al lavoro congiunto svolto dal nucleo investigativo centrale della polizia penitenziaria e dalla polizia di Stato. A loro va il mio più sentito ringraziamento”, così  su twitter Alfonso Bonafede, ministro della Giustizia.
 

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo