Fra le cause dell’ansia ci sono anche i problemi alla tiroide

I disturbi d’ansia potrebbero essere causati anche da una disfunzione tiroidea: arriva la conferma.

Ansia

Fra le possibili cause dell’ansia potrebbero esserci anche dei problemi alla tiroide. Una volta trattati questi problemi di base, l’ansia potrebbe diventare un lontano e sgradevole ricordo. A suggerirlo è un nuovo studio presentato in occasione del congresso virtuale della Società Europea di Endocrinologia, secondo cui in molti casi i disturbi d’ansia – che interessano circa il 35% degli adulti di età compresa fra i 25 e i 60 anni – potrebbero avere una causa ben precisa.

Disturbi della tiroide confusi con stili di vita frenetici

Disturbi della tiroide confusi con stili di vita frenetici

I disturbi della tiroide sono molto diffusi, ma spesso non si riconoscono i sintomi.

Pare infatti che tali disturbi siano da ricondurre a una possibile disfunzione della tiroide, per cui trattando tale disfunzione si potrebbe curare il problema in modo più efficace.

Per il loro studio, gli autori hanno analizzato un campione di 56 persone con ansia e attacchi di panico. Gli esperti hanno osservato la presenza di problemi tiroidei in una percentuale dei pazienti, ed avrebbero scoperto che trattando tali problematiche con antinfiammatori e – se necessaria – con la terapia ormonale, si registrava anche una significativa riduzione del problema dell’ansia.

Questo perché in questi pazienti l’ansia era associata a uno stato di infiammazione della tiroide e a delle disfunzioni dei livelli plasmatici degli ormoni tiroidei, o alla presenza di segni evidenti di malattia autoimmune della tiroide.

Trattando tali disturbi sarà dunque possibile alleviare anche il problema dell’ansia e del panico che spesso rendono davvero difficili le giornate. Gli autori dello studio sottolineano però che in futuro saranno necessari ulteriori test per fare maggiore chiarezza sulla questione.

Ecco perché siamo più inclini all’ansia

Ecco perché siamo più inclini all’ansia

Ecco perché siamo più inclini all’ansia secondo un nuovo studio.

via | Ansa

Foto di hannahlmyers da Pixabay

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo