Ferrari, prima vittoria in carriera per Leclerc (con il lutto al braccio)

il trionfo della rossa

Oggi Charles Leclerc ha dimostrato di essere davvero un pilota vero, ma prima di tutto un uomo speciale: forte, duro, pragmatico. Non solo e non tanto perché ha vinto

di Alex D’Agosta

default onloading pic(Ap)

Oggi Charles Leclerc ha dimostrato di essere davvero un pilota vero, ma prima di tutto un uomo speciale: forte, duro, pragmatico. Non solo e non tanto perché ha vinto

3′ di lettura

Piloti, che gente… diceva tutto quel titolo di un’opera omnia per l’automobilismo, firmata da Enzo Ferrari oltre trent’anni fa. Alludeva alla lucida follia dei piloti automobilistici e dello stile di vita sempre minacciato dei rischi del Motorsport.

Beh, oggi Charles Leclerc ha dimostrato di essere davvero un pilota vero, ma prima di tutto un uomo speciale: forte, duro, pragmatico. Non solo e non tanto perché ha vinto. Certo, si tratta di una conquista di spessore, meritata, sofferta fino alla fine: ha tagliato infatti il traguardo con meno di un secondo di vantaggio su un Lewis Hamilton che ha dimostrato di crederci sempre. Inoltre, anzi, sopratutto era una vittoria tanto desiderata perché era la prima per la Ferrari nel 2019. Difficile dire “utile” al campionato visto che le due Mercedes erano entrambe sul podio e, comunque, guardando al mondiale costruttore e piloti, c’è poco da fare in ambo i casi.

Trionfo Ferrari, Leclerc conquista il Gp del BelgioTrionfo Ferrari, Leclerc conquista il Gp del Belgio

Photogallery25 foto

Visualizza

Tuttavia Charles Leclerc ha dimostrato di avercela fatta e di essere un grande anche per quello che viveva dentro dopo il tragico incidente di ieri, dove ha perso la vita il quasi coetaneo e connazionale Antoine Hubert. Anni insieme, sui kart e fino alla Gp3, i due francesi erano considerati il futuro per lo sport motoristico transalpino, i più validi degli anni seguenti al compianto Jules Bianchi.

HA SAPUTO SFRUTTARE IL POTENZIALE – I riflettori li merita quindi tutti, finalmente. In Bahrain aveva dominato fino alla fine ma è stato beffato sul finale. Oggi in parte si è temuto qualcosa di simile: la gara è stata gestita infatti in grande controllo fino a 5 o 6 giri dal termine, poi i distacchi hanno iniziato a calare significativamente. Fino a chiudere con 981 millesimi, sufficienti a tenere il muso davanti ma a “rischio” se ci fossero stati alcuni giri in più.

QUELL’ORDINE DI SCUDERIA – Al giro 26 la Ferrari, con il senno di poi, ha dato l’ordine giusto al pilota giusto e al momento giusto. E così dopo la “girandola” dei pit-stop, Vettel si era ritrovato temporaneamente al comando del gran premio ma un Leclerc sopraggiungente, con un passo più veloce a occhio e indubbiamente ancora meglio dalla telemetria, è risultato essere il pilota “da avvantaggiare”. E così il team radio, che farà male all’orgoglio del quattro volte campione ma, visto l’esito della gara, si è dimostrato senza dubbio la scelta idonea. D’altra parte Vettel si era già “bruciato” in partenza, perdendo una posizione su Hamilton, infilandosi così le fra due Mercedes. Ma tempo pochissimi secondi lo ha ripreso con un sorpasso di vera potenza in rettilineo: nel frattempo però il monegasco era già avanti a tirare il gruppo.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo