Australian Open: oltre 2,5 milioni di euro in palio per i vincitori del primo Slam dell’anno

tennis

Il montepremi complessivo del torneo aussie è di 71 milioni di dollari australiani, pari a oltre 44 milioni di euro con un incremento del 13,6% rispetto a un anno fa

di Tiziana Pikler

default onloading pic(Epa)

Il montepremi complessivo del torneo aussie è di 71 milioni di dollari australiani, pari a oltre 44 milioni di euro con un incremento del 13,6% rispetto a un anno fa

2′ di lettura

Tutti contro Novak Djokovic. Il primo torneo del Grande Slam della stagione si avvia alle battute conclusive. Il serbo, battuto lo svizzero Roger Federer in semifinale in tre set (7-6 6-4 6-3 il punteggio), si è qualificato per l’ottava finale agli Australian Open, la 26esima per lui a livello Slam. Djokovic, quando è arrivato al match clou, ha sempre vinto sul cemento aussie dove ha collezionato sette dei suoi 16 trionfi major. In finale troverà il vincente della seconda semifinale, quella tra l’austriaco Dominic Thiem (che ha sconfitto lo spagnolo Rafael Nadal nei quarti) e il tedesco Alexander Zverev.

Ranking mondiale
In caso di vittoria del titolo, Djokovic lunedì prossimo scalzerebbe Nadal dalla vetta del ranking mondiale, avvicinando lo spagnolo fermo a 19 e Federer in vetta a 20 nella speciale classifica di Slam vinti in carriera. La finale femminile, invece, vedrà di fronte la statunitense Sofia Kenin e la spagnola Garbine Muguruza.

Il prize money
Il montepremi complessivo del torneo aussie è di 71 milioni di dollari australiani, pari a oltre 44 milioni di euro con un incremento del 13,6% rispetto a un anno fa. 4,12 milioni di dollari (oltre 2,5 milioni di euro) andranno ai vincitori del singolare maschile e femminile con un incremento inferiore allo 0,5% rispetto al 2019. L’assegno da 90.000 dollari per gli sconfitti al primo turno ha invece visto un aumento del 20%, un incremento del 33% è stato dedicato a chi è stato eliminato all’esordio nelle qualificazioni (20.000 dollari).

Pericolo scongiurato

Superato il pericolo dell’aria malsana derivante dagli incendi che alla vigilia del torneo hanno flagellato l’Australia, a tirare un sospiro di sollievo è stata la società Lloyds e Hiscox con la quale Tennis Australia ha stipulato, prima della scorsa edizione, una polizza assicurativa per la quale gli organizzatori avrebbero ricevuto un assegno di oltre 100 milioni di dollari nel caso di annullamento della manifestazione, a fronte di un pagamento annuo di circa due milioni. Non solo. Tennis Australia per tutelare il torneo, che quest’anno dovrebbe arrivare a generare circa 400 milioni di dollari, ha costituito nel suo bilancio un fondo di riserva del valore di 80 milioni di dollari come forma di “autoassicurazione”.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo