Il circuito di Monza nuovo polo per corse ed eventi. Al Mugello si pensa alla Formula 1

motorsport

Il Gp d’Italia confermato per 100 milioni di dollari fino al 2024 farà da traino alla trasformazione dell’area dove sorgerà un impianto polifunzionale che vivrà tutto l’anno con tornei, concerti e il prossimo Salone dell’auto

di Antonio Larizza

default onloading pic(Ap)

Il Gp d’Italia confermato per 100 milioni di dollari fino al 2024 farà da traino alla trasformazione dell’area dove sorgerà un impianto polifunzionale che vivrà tutto l’anno con tornei, concerti e il prossimo Salone dell’auto

4′ di lettura

Con l’accordo quinquennale da 100 milioni di dollari tra Aci e Liberty Media – firmato mercoledì scorso sul podio di Piazza Duomo in festa per i 90 anni della Ferrari – l’autodromo di Monza potrà fare altri cinque giri sulla giostra del Circus della F1, fino al 2024.

Accordo Aci-Liberty

Trionfo Ferrari a Monza: Leclerc primoTrionfo Ferrari a Monza: Leclerc primo

Photogallery23 foto

Visualizza

Durata e importo dell’accordo sono in linea con le indiscrezioni dei mesi scorsi. Ma non per questo l’intesa che ha richiesto due anni di trattative tra l’Aci e la società americana che controlla la F1 è priva di novità. Per l’Autodromo che nel 2022 festeggerà il centenario dalla costruzione si apre una nuova fase. Nella trattativa Aci ha portato a casa uno sconto di 20 milioni di euro spalmato su sei anni (i cinque del rinnovo e quello in corso, il cui canone frutto di un precedente contratto è stato rinegoziato). In cambio, ha garantito una mutazione genetica del “tempio della velocità”, per adattare il Gran Premio d’Italia al nuovo corso della F1. La mutazione prevede l’impegno crescente a garantire eventi satellite durante tutto il week end di gara – come la sfilata di monoposto sui Navigli organizzata da Aci nel 2018 e la festa in Duomo di quest’anno – per portare il Gp fuori dal circuito e permettere ai tifosi di avvicinare piloti, auto e team manager.

La concessione

Sul piatto anche l’ammodernamento delle strutture, soprattutto le tribune storiche, e della logistica di accesso e la realizzazione di location confortevoli dove poter seguire il Gp, sfruttando in modo sostenibile il fatto di essere nel cuore del Parco di Monza, l’anfiteatro naturale che abbraccia il circuito che è anche il parco cittadino più grande d’Europa. L’Aci ha confermato anche il progetto per un museo dove ospitare le più belle auto da corsa che hanno gareggiato a Monza, con una hall of fame dedicata a chi ha fatto la storia del circuito. Un piano da oltre 100 milioni di euro, secondo le stime della stessa Aci. Così, come imposto dalla stessa Liberty Media, per rendere credibile il progetto di rilancio, martedì, a 24 ore dalla firma del rinnovo, Aci ha preso in carico la gestione diretta del circuito firmando con il Consorzio Villa Reale e Parco, cui fa capo il circuito monzese, un contratto decennale di concessione: canone annuo fissato in 900mila euro, con una rivalutazione a partire dal 2021. Da parte sua, il Consorzio ha rinunciato al 2% sull’incasso dei biglietti (circa 40mila euro all’anno), ma in cambio ha incassato le garanzie di Aci per 1,5 milioni di lavori urgenti di manutenzione ordinaria e straordinaria e soprattutto quelle per un’ulteriore linea di sviluppo “extra F1”. A svelarla è stato il sindaco di Monza Dario Allevi, nella sua veste di presidente del Consorzio del Parco: «La convenzione con Aci Italia farà nascere a Monza un impianto polifunzionale che vivrà tutto l’anno con altri grandi eventi, come il torneo di tennis Atp 250 (un progetto per cui si sta ancora trattando, ndr)». Si lavorerà per riportare a Monza i grandi concerti come quello di Luciano Ligabue. Mentre è già stabilito che il prossimo Salone dell’auto, trasferito da Torino a Milano, si svolgerà anche a Monza, dove sarà presentato il 19 settembre. Intanto la Regione Lombardia, parte attiva nella trattativa tra Aci e Consorzio del Parco, ha commissionato al Politecnico di Milano un master plan da 55 milioni per elaborare un piano di ammodernamento dell’area che include il Parco e la Villa Reale.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo