Formaggio superstar delle vendite durante l’emergenza Covid-19 (+246 milioni di euro)

RICERCA IRI

Secondo i dati raccolti da Assolatte i formaggi sono stati i numeri uno anche per tasso di crescita: la variazione annua a valore è stata del +27,2%

di Silvia Marzialetti

default onloading picFoto Reuters

Secondo i dati raccolti da Assolatte i formaggi sono stati i numeri uno anche per tasso di crescita: la variazione annua a valore è stata del +27,2%

2′ di lettura

Sono stati i formaggi il prodotto alimentare più ricercato dagli italiani durante l’emergenza Covid 19 . A rivelarlo è Assolatte, in base ai risultati di un’analisi condotta dalla società di ricerche Iri, che ha monitorato la variazione delle vendite realizzate nella distribuzione moderna in Italia. È così emerso che il prodotto che ha registrato il maggior aumento del sell-out nel periodo 23 febbraio/17 maggio 2020 sono stati i formaggi: per acquistarli gli italiani hanno speso 246 milioni di euro in più rispetto allo stesso periodo del 2019.
I formaggi non sono stati solo i più brillanti della classifica realizzata in base all’aumento della spesa in termini assoluti, ma anche i numeri uno per tasso di crescita: la variazione annua a valore è stata del +27,2%.

Grazie a questa performance, i formaggi hanno conquistato il primo posto della classifica dei prodotti target nel budget aggiuntivo che gli italiani hanno destinato alla dispensa domestica nel periodo della pandemia da Coronavirus. “Ma – aggiunge Assolatte – i formaggi non sono l’unico prodotto lattiero-caseario di cui gli italiani hanno aumentato le scorte negli ultimi mesi”. Nella graduatoria dei 5 prodotti top per aumento della spesa redatta da Iri, ci sono anche i latticini Uht: tra febbraio e maggio 2020, le vendite a valore di latte e latticini a lunga conservazione sono aumentate del 22,3% su base annua. In cifre assolute si tratta di 101 milioni di euro in più rispetto allo stesso periodo del 2019.
Questi dati di vendita confermano il forte radicamento dei prodotti lattiero-caseari nelle cucine italiane: latte, burro, yogurt, panna e formaggi rappresentano alimenti immancabili e indispensabili nel frigo e nella dispensa di casa e non vengono sacrificati neppure in un momento di crisi come questo, in cui gli italiani hanno rivisto e “asciugato” il budget destinato alla spesa al supermercato.

L’importante aumento delle vendite nella distribuzione moderna, conclude Assolatte, ha permesso di contenere i danni – comunque considerevoli – legati al crollo della domanda nel canale Horeca e al rallentamento dei flussi dell’export.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo