Ferrante mania, guida minima alla Napoli dell’«Amica geniale»

3′ di lettura

L’amica geniale conquista tutti. La serie Tv tratta dai romanzi di Elena Ferrante, diretta da Saverio Costanzo per una coproduzione internazionale che riunisce Rai Fiction, Hbo, Wildside e Timvision è riuscita nell’arduo compito di mettere d’accordo pubblico e critica. Un caso che si affianca al caso dell’identità della misteriosa scrittrice che l’ha ispirata, dietro la quale si nascondono forse la traduttrice napoletana Anita Raja, forse suo marito, lo scrittore Domenico Starnone, forse entrambi. Caso letterario internazionale capace di appassionare tutti, Hillary Clinton compresa, e al contempo figura mitologica inserita dalla rivista Times nella lista delle cento personalità più influenti del mondo.

Che piacciano o meno, i romanzi del ciclo de L’amica geniale hanno fatto rinascere l’appeal turistico di Napoli, la città che fa loro da sfondo. Prima percepita soprattutto come meta di weekend nel periodo di Natale (vedi alla voce distretto presepistico di San Gregorio Armeno) o a primavera (vedi alla voce «Maggio dei Monumenti»), oggi – finalmente – destinazione destagionalizzata. Ma un fan di Elena e Lila, le protagoniste del celeberrimo romanzo e della serie Tv che ne è stata tratta, cosa può vedere in città? Le location possibili sono innumerevoli, qui di seguito proveremo a offrirvi una guida minima.

C’era una volta il Rione Luzzatti
Il tour «ferrantiano» della metropoli partenopea non può non partire dal Rione Luzzatti, un accrocchio di case del secondo dopoguerra posizionate in zona Gianturco, in una periferia Est all’epoca ancora terra di campagna e, per questo, denominata «due stagni». Non è esattamente una località turistica il quartiere popolare cui sono dedicate diverse pagine de L’amica geniale, con la parrocchia della Sacra Famiglia al centro della scena.

Spostandosi verso il centro di Napoli è obbligatorio passare per Corso Umberto I, la grande arteria stradale denominata «Rettifilo» dai napoletani: è qui che Lila comprerà il suo abito da sposa. Ma non puoi dire di essere stato a Napoli se non ne hai visto «il ventre» (Matilde Serao lo chiamava così). E allora occorre deviare per Port’Alba, dove le bancarelle dei librai – di cui Elena è assidua frequentatrice – sembrano resistere a tutte le epoche.

Il Gambrinus e lo shopping a via Chiaia
Elena lavora a piazza Municipio, cuore politico (c’è Palazzo San Giacomo, sede del comune) e storico (vedi alla voce Maschio Angioino) della città. Da qui, lasciandosi a sinistra la Biblioteca Nazionale e il Teatro San Carlo, si arriva a piazza Trieste e Trento, dove sorge in tutta la sua gloria il Gran Caffé Gambrinus, tempio Liberty di grandi suggestioni letterarie.
Per capirci: Oscar Wilde, nei suoi tormentati soggiorni napoletani, era cliente affezionato, come la fu Gabriele D’Annunzio. La Ferrante gli rende omaggio in Storia della bambina perduta, mettendoci dentro Elena con le sue figlie. Dopo un espresso ci sarà tempo e voglia per una passeggiata a via Chiaia, dove le due amiche ammirano le signore della ricca borghesia cittadina alle prese con lo shopping.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo