Il vero racconto della signora uccisa da un fantasma

La storia di oggi racconta di una donna di buon cuore che ha subito un torto da parte di colui che è stato incaricato delle sue cure e della sua vendetta dall’oltretomba. Questa è davvero la storia di uno dei fantasmi più giustificati nella storia leggendaria della Carolina del Nord.

Inizia ben prima della guerra civile, quando la schiavitù era la norma. Il proprietario di una piantagione nella contea di Pender si era reso conto che uno dei suoi schiavi domestici era diventato troppo vecchio per i suoi doveri.

Mi piace anomalien.com su Facebook

Per rimanere in contatto e ricevere le nostre ultime notizie

La “Vecchia Jo”, come era conosciuta, era stata buona con la famiglia, aiutando a crescere i bambini e ad occuparsi della casa per tutto il tempo che il padrone poteva ricordare. Si sentiva in obbligo di prendersi cura di lei come lei si era presa cura di lui.

Quindi le fece costruire una capanna nella sezione degli schiavi e una schiava di nome “Sissy” fu portata via dai campi e istruita ad aiutare la Vecchia Jo con tutto ciò di cui aveva bisogno.

La vecchia Jo apprezzava quello che il maestro faceva per lei, ma non passò molto tempo prima che scoprisse che Sissy non era esattamente una gran lavoratrice. in effetti, quella ragazza ha fatto il minimo indispensabile per tirare avanti. Invece di aiutare Jo, sentiva che la vecchia era un peso per lei.

Avrebbe avuto acqua solo quando aveva sete e la Vecchia Jo veniva nutrita solo dopo che Sissy aveva mangiato tutto quello che voleva. L’anziana donna trascorreva giorni a letto a sviluppare piaghe da decubito perché Sissy era troppo pigra per spostarla su una sedia dove poteva vedere il sole.

Il vecchio Jo cercò di avvisare il padrone, ma la famiglia era partita per un viaggio lasciando il sorvegliante in carica. Anche i tentativi del vecchio Jo di informarlo fallirono.

Gli amici spesso si fermavano alla capanna e parlavano con la vecchia Jo che non era timida nel raccontare i suoi sentimenti per Sissy ai suoi ospiti. “Se fossi più giovane, le darei uno schiaffo.” Lo avrebbe detto ai suoi amici ancora e ancora.

Un giorno Sissy stava aspettando ai margini del campo quando il sorvegliante salì a cavallo. Il vecchio Jo era morto durante la notte. Piangendo, la ragazza ha chiesto di essere quella che ha presentato Old Jo per il funerale.

Il sorvegliante concordò pensando che fosse un segno di rispetto per i morti. Quello che non sapeva era che Sissy non voleva che nessuno conoscesse il livello di abbandono che Jo aveva subito.

Dopo il funerale il sorvegliante disse a Sissy di tornare nei campi, ma la ragazza si rifiutò e si chiuse nella capanna del Vecchio Jo dicendo che sarebbe tornata nei campi quando il suo padrone stesso glielo avesse ordinato.

La mattina dopo il sorvegliante fu infuriato nel trovare Sissy non con gli altri lavoratori. Picchiando sulla porta della capanna chiese alla ragazza di tornare nei campi. Quando non ottenne risposta, buttò giù la porta con un calcio .

Lo spettacolo che lo ha incontrato era orribile. La ragazza giaceva accanto alla porta, morta. C’era un’espressione di terrore sul suo viso e le sue dita sanguinavano da dove stava grattando la porta per uscire.

La sua faccia era livida ed entrambi i suoi occhi erano chiusi quasi gonfi. Il sorvegliante non riusciva a capire come fosse successo. Non c’era nessun altro nella cabina e nessun segno di entrata forzata.

Il sorvegliante era perplesso. Gli altri schiavi sapevano esattamente cosa era successo. La vecchia Jo era tornata per mantenere la sua promessa di “Schiaffeggiare la vita di quella ragazza”.

Covid Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo