Le Borse di oggi, 24 agosto. Speranze sul trattamento con il plasma, listini in forte rialzo

MILANO – I listini europei avviano la settimana in positivo, confermando i rialzi con l’apertura con segno ‘più’ di Wall Street, nonostante i numeri sui contagi del coronavirus continuino a crescere come eredità degli spostamenti durante le vacanze. Le speranze degli investitori si accendono intorno all’ annuncio da parte di Donald Trump di una autorizzazione urgente della Fda (I’Autorità americana dei farmaci) per utilizzare una terapia alla cui base c’è il plasma dei pazienti che hanno superato il contagio da Covid 19.

Anche i report sulle possibili distensioni sul fronte commerciale orientano gli scambi verso il rialzo. Secondo la ricostruzione di Bloomberg, la crescita del listino di Hong Kong si fonda sul rally di Tencent, a seguito delle ricostruzioni sul fatto che il team della Casa bianca stia in privato rassicurando le compagnie americane sulla possibilità di fare affari con l’app WeChat.

Le Borse del Vecchio continente si rafforzano nel corso della mattinata e confermano i rialzi nel pomeriggio: Londra balza dell’1,53%, Francoforte aggiunge  il 2,19%, Parigi il 2,28%. Il Ftse Mib della Borsa di Milano accelera e chiude a +2,12% tornando sopra la soglia di 20 mila punti. Segno più anche per Telecom Italia (+1,6%) che era partita in rosso con il susseguirsi di tensioni sul fronte rete unica a una settimana dal cda della tlc italiana. Wall Street è positiva alla conclusione degli scambi in Europa: il Dow Jones avanza dell’1,05%  il Nasdaq sale dello 0,29%.

Già si guarda al simposio di Jackson Hole, dal quale si aspettano indicazioni in particolare da parte di Jerome Powell sulle prossime mosse che prenderà la Fed. La Borsa di Tokyo ha chiuso, questa mattina, in rialzo: l’indice Nikkei è salito dello 0,28%, pari a 65,21 punti, per terminare a 22.985,51, mentre l’indice Topix è cresciuto dello 0,19%, o 3,07 punti, a 1.607,13.
Chiusura poco mossa per lo spread tra Btp italiani e bund tedeschi. Il differenziale tra i due titoli si ferma a 144 punti, con un rendimento per i Btp decennali pari allo 0,94%. Euro in lieve rialzo sul dollaro in avvio di mattinata. La moneta unica europea passa di mano a quota 1,1811 contro il dollaro a fronte del valore di 1,1796 di venerdì a New York.

Prezzi dell’oro in calo con la distensione  dato l’autorizzazione all’uso del plasma dei guariti per curare i malati colpiti dal Covid-19. Lo spot gold scende dello 0,42% to 1,938 dollari l’oncia dopo essere calato venerdì fino a 1,910. Il prezzo del petrolio è in aumento nel pomeriggio con i future sul Wti che superano quota 42,6 dollari al barile e quelli sul Brent vicino ai 44,8 dollari, dopo che l’uragano Marco e la tempesta tropicale Laura hanno colpito il Golfo del Messico con il conseguente stop del 58% della produzione di petrolio offshore e del 45% di gas naturale nella regione.

Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo