Sono atteso dal re di Prussia

musica

Il Mozarteum di Salisburgo ha acquisito una lettera del grande compositore alla moglie Costanze, datata 10 aprile 1789

di Carla Moreni

default onloading pic(Fototeca Gilardi)

Il Mozarteum di Salisburgo ha acquisito una lettera del grande compositore alla moglie Costanze, datata 10 aprile 1789

4′ di lettura

Un pizzico di feticismo c’è, bisogna ammetterlo. Ma trattandosi di Mozart appare più che giustificato. Ecco la notizia: il Mozarteum di Salisburgo, fondazione che raduna il maggior numero di documenti riguardanti il musicista, ha da poco acquisito una letterina di Wolfgang Amadé a Costanze. Il testo, già noto, tradotto e catalogato, mancava dell’originale.

Incredibilmente questo, appena comprato (top secret proprietari e costi) figura quale primo e unico autografo tornato all’ovile, per quanto riguarda il capitolo della corrispondenza tra il compositore e la moglie. Ventisei righe sul fronte, otto sul retro. Fitte fitte, spiritose e veloci, tornite con grafia ordinata, a riempire ogni spazio. Senza correzioni, nemmeno un ritocco, una svista, un ripensamento, una cancellatura. E qui sta il senso dell’aver conquistato l’autografo. Perché racconta, o conferma, come era la penna di Mozart. Nella musica e nel privato: immacolata. Anche qui, quando in solitudine, tra l’allegro e il malinconico, lui scriveva a lei, da Praga, il 10 aprile del 1789.

Era venerdì santo. Che strano leggerlo, annotato di suo pugno, proprio all’inizio del foglio: quasi a voler instradare il viaggio in una ritualità più grande. Era la prima volta che Mozart viaggiava senza Costanze. Dal 1781, quando si erano sposati, i due vivevano a Vienna. Le incredibili maratone del grande esploratore, in carrozza in lungo e in largo per l’Europa, da quando era bambino, si erano decisamente diradate. La curiosità, l’ansia di conquista e di commissioni sembravano allontanate, placate. Ma siamo nella primavera del 1789, e da un anno e mezzo il compositore non presenta un’opera nuova. L’ultima era stata il Don Giovanni, al debutto a fine ottobre 1787 a Praga e nel maggio successivo, con aggiunte e tagli, a Vienna.

Quasi un segno del destino, la “Reisebrief”, questa lettera di viaggio autografa ora pubblicamente conquistata – presentata con giusto orgoglio dal direttore scientifico del Mozarteum, Ulrich Leisinger – viene proprio da Praga: «Raport von Prag», chiosa Mozart, nelle parole iniziali a Costanze. Quasi si trattasse di una missione militare. Scherza, ma si tratta di autentica conquista. Perché il più grande compositore d’opera, che aveva espugnato il Settecento dell’opera italiana e dell’opera tedesca portandole dove nessun altro avrebbe più potuto, in quel momento era senza lavoro. Senza contratti. Nessuno, dai teatri d’Europa, bussava alla sua porta. E gli restavano solo due anni e mezzo di vita.

Maynard Solomon, nell’imprescindibile Mozart. A life (HarperCollins, 1995) osa per primo insinuare che nel carteggio con Costanze talora – o spesso – Mozart abbia mentito. In particolare in queste otto lettere del viaggio verso Berlino. Dove Mozart appare troppo ricco, nei dettagli relativi a guadagni imminenti o annunciati. E in confusa difesa, a proposito di sospetti prolungamenti dell’itinerario. Ad aspettarlo – dice – c’è il re di Prussia (così conferma anche in questa lettera del venerdì santo) il quale re avrebbe chiesto all’oboista Friedrich Ramm, proprio a lui: «Ma come mai Mozart non si è ancora fatto vedere? E se non si è fatto vedere, vuol dire che non verrà mai qui a Berlino».

Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo