F1, la prima di stagione è di Bottas ma Leclerc convince e arriva secondo

gp d’austria

Finale di gara che ha ribaltato le previsioni della vigilia per una domenica di Formula 1 tutt’altro che convenzionale

di Alex D’Agosta

F1: si riparte dall’Austria

Finale di gara che ha ribaltato le previsioni della vigilia per una domenica di Formula 1 tutt’altro che convenzionale

4′ di lettura

In una bella giornata di sole ma senza pubblico, la Mercedes Amg F1 stava per concludere con una doppietta il primo gran premio disputato in questo inedito 2020: in effetti sul tracciato di Spielberg ha dominato dall’inizio alla fine, attuando pure una strategia gomme conservativa. Ma se sotto la bandiera a scacchi hanno tagliato per primi Bottas ed Hamilton, il sei volte campione del mondo finisce giù dal podio e scende di ben due posizioni, concludendo quarto e cedendo così gli onori del giorno a Leclerc e Norris.

Un finale “sconvolgente” con posizioni inedite e stimolanti, che ha ribaltato previsioni e ipotesi fatte osservando il passo e le strategie di una domenica di Formula 1 tutt’altro che convenzionale. Una piccola ma decisiva rivoluzione della classifica che ha permesso quindi di togliere la noia da una prova, seppure attesa dal pubblico di tutto il mondo, che sembrava poter naufragare ancora una volta in un esito scontato e deludente per le tifoserie diverse da quelle della stella a tre punte.

Fino a pochi giri dalla fine, infatti, non erano mancati tanti colpi di scena, eccetto che per i due leader della corsa: Bottas, in pole e al comando senza sosta dall’inizio, oltre ovviamente a Hamilton. Gli otto ritiri per ragioni differenti, soprattutto relativi all’affidabilità e, forse, alla “mano” poco allenata dei meccanici nel cambio gomme, hanno pesantemente condizionato anche altre posizioni di rilievo in classifica. Una situazione anomala, mai vista negli ultimi anni. Nemmeno alla prima gara, dove è plausibile avere qualche problema in più. Nemmeno a Singapore.

L’ordine di arrivo non rispecchia il potenziale vero delle auto pertanto, già fra sette giorni, gli equilibri potrebbero tornare a quelli ipotizzati dalle prove di venerdì e sabato, dove dietro le Mercedes si posizionavano soprattutto le Red Bull, con McLaren capace di insidiare la Ferrari, pesantemente in ritardo anche rispetto a se stessa, visto che anche in qualifica ha fatto segnare tempi più lenti rispetto alle monoposto del 2019 con gli stessi piloti.

Safety car, la vera protagonista della giornata

Entrata due volte. Decisiva e “allungata” sul finale a causa di un imbarazzante ritiro di Raikkonen: il pilota dell’Alfa Romeo Racing ha infatti mandato in scena una strana e potenzialmente molto pericolosa perdita della gomma anteriore destra. Due i possibili scenari che potrebbero essersi verificati: o i meccanici hanno plausibilmente perso l’abitudine a fare il pit-stop, oppure s’è rotto qualcosa. Visto il personaggio, potrebbe essere difficile sapere se veramente se ne è accorto, considerata la sua esperienza, tentando di arrivare ai box, oppure se è stato davvero un evento improvviso. È difficile vedere una ruota staccarsi così dal mozzo una volta completato quasi un giro!

Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo