Nuova liquidità per Kiko, sottoscritto un finanziamento da 270 milioni

beauty

Servirà per il pagamento del personale, dei fornitori italiani, dei progetti di crescita e internazionalizzazione

di Marika Gervasio

default onloading pic

Servirà per il pagamento del personale, dei fornitori italiani, dei progetti di crescita e internazionalizzazione

2′ di lettura

Ammonta a 270 milioni di euro il finanziamento che Kiko Milano ha sottoscritto con Intesa Sanpaolo, Unicredit e Bnl/Bnp Paribas. La quota di Intesa Sanpaolo, che ha svolto anche il ruolo di banca agente e Sace Agent, è stata di 180 milioni, mentre Unicredit e Bnl/Bnp Paribas hanno partecipato all’operazione per 45 milioni ciascuna. Cento milioni sono stati assisititi da garanzia da Sace – nel quadro delle agevolazioni previste dal decreto “liquidità” – i restanti 170 milioni sono stati erogati come prestito a medio-lungo termine per il rifinanziamento del debito esistente.

Nello specifico, le nuove risorse, per le quali Sace ha emesso in tempi rapidi una garanzia al 90% controgarantita dallo Stato, verranno destinate al pagamento di investimenti, capitale circolante, costi del personale e affitti in Italia, sostenendo la multinazionale italiana – fondata nel 1997 da Antonio e Stefano Percassi e oggi controllata dalla holding Odissea Srl e partecipata dalla Private Equity Peninsula, che detiene una quota del 38% -nella fase di ripresa post emergenza sanitaria e continua crescita. Il prestito a medio-lungo termine consente di rifinanziare il bond da 100 milioni nominali e l’attuale finanziamento in pool, entrambi rimborsati anticipatamente rispetto alla scadenza originaria, e quindi di sostenere gli obiettivi di crescita del business plan di Kiko che vende i suoi cosmetici in 24 Paesi attraverso una rete di circa 900 punti vendita e un canale e-commerce esteso a 34 nazioni.

«Siamo soddisfatti dell’accordo raggiunto, segno che il mercato ha riconosciuto la solidità dell’azienda e il lavoro svolto negli ultimi anni, oltre che le potenzialità di crescita del brand Kiko – afferma Cristina Scocchia, ad di Kiko -. Grazie al finanziamento ottenuto, infatti, potremo proseguire la strada intrapresa con successo finora, completando il processo di crescita ed espansione globale del brand. Abbiamo apprezzato il sostegno e il ruolo fondamentale di Sace nell’ottenimento di questo importante finanziamento che ci permette di salvaguardare posti di lavoro e ci dà slancio per il futuro».

Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo