Gioele, il papà: «Resti trovati in 5 ore da un volontario: com’è possibile?»

«Perché si è perso tanto tempo?». È la domanda del padre di Gioele, ma anche degli altri familiari del bimbo oltre che degli inquirenti. «Cinque ore di lavoro di un volontario rispetto a 15 giorni di 70 uomini esperti mi fanno sorgere dei dubbi oggettivi sui metodi adottati per le ricerche. La mia non vuole essere una polemica, ma la semplice considerazione di un marito e padre distrutto per la perdita della propria famiglia».

Daniele Mondello è il papà di Gioele e il marito di Viviana Parisi. Da giorni ormai era certa la morte della moglie. Solo ieri il ritrovamento dei resti di un bambino al 99% compatibili con quelli di suo figlio sparito con la madre dopo un incidente sull’autostrada nel messinese.

«Nonostante il dramma che mi ha travolto», ha scritto su Facebook, «trovo doveroso ringraziare quanti mi hanno aiutato. Dedico un ringraziamento particolare al Signore che ha trovato mio figlio. Se non ci foste stati voi, chissà se e quando lo avremmo ritrovato. Viviana e Gioele vi ringraziano ed io vi mando un abbraccio enorme, siete stati grandi!».

La svolta è arrivata nel pomeriggio di mercoledì. Resti ossei e indumenti sono stati trovati sul territorio di Caronia, a circa 200 metri dall’autostrada Palermo – Messina, in una zona coperta da rovi e arbusti. È stato uno dei volontari, un carabiniere in congedo, a ritrovare i vestiti strappati. Gli investigatori non escludono che il cadavere possa essere stato trascinato da animali: per determinare con certezza l’identità della vittima serve l’esame del dna.

Mariella Mondello, zia del bambino, e il nonno Letterio sono sempre stati con il padre del piccolo. «Certo che se l’avessero trovato loro qualche giorno dopo la scomparsa, avremmo potuto almeno fargli una carezza, dargli una sepoltura dignitosa, invece oggi, a distanza di sedici giorni, ci restituiranno solo qualche resto di Gioele. La mia rabbia è che non possiamo neanche vederlo per il riconoscimento», ha detto il nonno.

Daniele Mondello si è detto ancora ieri assolutamente certo che Viviana non avrebbe mai fatto del male al bambino. «Non ci credo che lei si sia buttata da qui» ha detto e poi ha pianto sulla bara con i resti del bambino individuato grazie anche alle scarpe e alla maglia blu che portava.

Il procuratore di Patti Angelo Cavallo ha detto che le indagini vanno avanti con più piste aperte. «Sono state fatte varie ipotesi, se ne sono rafforzate alcune, altre sono cadute, quelle riconducibili ad ambiti familiari. Abbiamo sempre pensato che il bambino fosse in questo posto e purtroppo i fatti ci danno ragione. Ci stringiamo alla famiglia, continueremo a lavorare e andare fino in fondo in questa triste storia».

Sarà l’autopsia a dire se ci sono segni di violenza, se sia stato ucciso e poi gettato nella scarpata, se sia stato aggredito da animali o anche da altre persone. L’ultima immagine del bimbo è quella data dall’uomo che si è fermato dopo l’incidente in galleria che ha coinvolto l’auto di Viviana. «Il bambino era tranquillo, in braccio alla mamma, il viso adagiato sulla sua spalla destra». Dopo, ha detto il testimone, la mamma ha scavalcato il guard-rail e più nulla si è saputo.

LEGGI ANCHE

Gioele, parla l’ex carabiniere che ha individuato i resti: «Ritrovarli è stato un dono di Dio»

LEGGI ANCHE

Messina, ritrovati resti umani. Sarebbero di Gioele «al 99%»

LEGGI ANCHE

Viviana «aveva avuto un crollo mentale», il certificato trovato in auto

LEGGI ANCHE

Viviana e Gioele, le diverse teorie su ciò che può essere successo

Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino Alto Adige Umbria Valle d’Aosta Veneto Italia Agrigento Alessandria Ancona Aosta Arezzo Ascoli Piceno Asti Avellino Bari Barletta-Andria-Trani Belluno Benevento Bergamo Biella Bologna Bolzano Brescia Brindisi Cagliari Caltanissetta Campobasso Carbonia-Iglesias Caserta Catania Catanzaro Chieti Como Cosenza Cremona Crotone Cuneo Enna Fermo Ferrara Firenze Foggia Forlì-Cesena Frosinone Genova Gorizia Grosseto Imperia Isernia La Spezia L’Aquila Latina Lecce Lecco Livorno Lodi Lucca Macerata Mantova Massa-Carrara Matera Messina Milano Modena Monza e della Brianza Napoli Novara Nuoro Olbia-Tempio Oristano Padova Palermo Parma Pavia Perugia Pesaro e Urbino Pescara Piacenza Pisa Pistoia Pordenone Potenza Prato Ragusa Ravenna Reggio Calabria Reggio Emilia Rieti Rimini Roma Rovigo Salerno Medio Campidano Sassari Savona Siena Siracusa Sondrio Taranto Teramo Terni Torino Ogliastra Trapani Trento Treviso Trieste Udine Varese Venezia Verbano-Cusio-Ossola Vercelli Verona Vibo Valentia Vicenza Viterbo